Autore: Colombo
Tema: 0Missione
Video1:
Video2:

Mani
Fabrizio Colombo
Vorrei che le parole, mutassero in preghiera e rivederti o Padre che dipingevi il cielo
Sapessi quante volte, guardando questo mondo, vorrei che Tu tornassi, a ritoccarne il cuore.
Vorrei che le mie mani, avessero la forza, per sostenere chi non può camminare.
Vorrei che questo cuore, che esplode in sentimento, diventasse culla, per chi non ha più madre.

Mani, prendi queste mie mani, fanne vita fanne amore, 
braccia aperte per ricevere chi è solo.
Cuore, prendi questo mio cuore, fa che si spalanchi al mondo
germogliando per quegli occhi che non sanno piangere più.

Sei tu lo spazio che, desidero da sempre, so' che mi stringerai, e mi terrai la mano.
Fa che le mie strade, si perdano nel buio, e io cammini dove, cammineresti tu.
Tu soffio della vita, prendi la mia giovinezza, con le contraddizioni e le falsità.
Strumento fa che sia, per annunciare il Regno, a chi per queste vie, Tu chiami beati.

Mani, prendi queste mie mani, fanne vita fanne amore, …

Noi giovani di un mondo che cancella i sentimenti e inscatola le forze nell'asfalto di città.
Siamo stanchi di guardare, siamo stanchi di gridare, ci hai chiamati siamo tuoi, cammineremo insieme.

Mani, prendi queste nostre mani, fanne vita fanne amore, 
braccia aperte per ricevere chi è solo.
Cuori, prendi questi nostri cuori, fa che siano testimoni
che tu chiami ogni uomo a far festa con Dio.

prendi queste nostre mani, fanne vita fanne amore, 
braccia aperte per ricevere chi è solo.
Cuori, prendi questi nostri cuori, fa che siano testimoni
che tu chiami ogni uomo a far festa con Dio. (2v)

Fabrizio Colombo

Attachments:
Download this file (mani.doc)mani.doc


torna all'inizio del contenuto